Video Radio Live Social – Intervista a Corrado Tria

Video intervista radiofonica al nostro fotografo Corrado Tria

Discorsi Fotografici Magazine – Intervista a Corrado Tria

La prima macchina fotografica. Quando hai iniziato a scrivere la tua personale storia della fotografia, quando la decisione di essere un professionista?

La prima macchina fotografica mi era stata donata da mio padre nel periodo delle scuole superiori ma l’attrazione per la fotografia è nata in me ben prima, sostanzialmente, per due motivi: il primo puramente legato a quella che, agli occhi di un bambino, può sembrare una magia ovvero l’apparire più o meno immediatamente (a seconda del mezzo utilizzato) su un supporto cartaceo.

La foto vera, senza modifiche, senza sviluppo, rubata

Che ne dite? Bella? Comunicativa?

A meno che non vogliate creare una triste distorsione del suprematismo russo (vedasi l’opera di Malevic quadrato nero su fondo bianco) direi che bisogna rivedere le proprie posizioni sulle due frasi sopracitate.

Un incontro inaspettato

Corrado Tria, studio endurance, fotografo legnago, mantova, renzo emiliani

Ieri, come spesso capita, sono andato a Mantova per svolgere un’uscita di corso fotografico. Mi piace particolarmente la possibilità che la città offre di visitare mostre artistiche presso la Casa del Rigoletto.
Dopo aver preso il catalogo delle opere esposte mi accorgo con stupore della presenza dell’artista: è Renzo Emiliani, per chi non lo sapesse ha alle spalle decenni di esposizioni, anche nell’ex Jugoslavia.

L’ultimo tragico Fantozzi

Diciamo subito che Fantozzi inizia con il primo film e finisce con il secondo. Ci mettiamo dentro anche parte del terzo, fosse solo per un giovane Abatantuono orrendo butterato di ventisei anni con il culo molto basso e l’alito agghiacciante tipo fogna di Calcutta.

Metti Caproni una sera a Sarabanda…

Maturità 2017, prima prova. Ha fatto scalpore la scelta particolarissima di un poeta sconosciuto ai più, quel Giorgio Caproni ora salito alla ribalta, a discapito dei vari Manzoni, Montale e compagnia bella. E molti hanno colto l’occasione per ostentare la propria ignoranza (non quella incolpevole di chi semplicemente non sa, ma quella sfoggiata di chi si burla di chi sa).

Studio Endurance e Coldiretti: un binomio vincente!

Siamo davvero orgogliosi di presentarvi quella che per Studio Endurance rappresenta una collaborazione di primo piano: saremo infatti al fianco di Coldiretti in tutto il territorio di Verona e del Veneto nella costruzione di servizi di comunicazione per i suoi associati.

Grafica – Il logo (riuscito) che non è uno stemma

Il nuovo logo della Juventus è sulla bocca e sulle tastiere di tutti. Presentato nientemeno che nel cuore della settimana della moda, nella tana del Serpente e del Diavolo, ha suscitato da subito reazioni forti. Il duro e puro si indigna, l’economo si rallegra, l’avversario sfotte, l’ultras giustifica. E il nostalgico, per definizione, rimpiange. Ma com’è questo logo? Bello? Brutto?

Fotografia – Io voglio cogliere l’attimo, ma quale attimo (?)

Quando parlo con una persona che si sta avvicinando al mondo della fotografia, sia essa un mio allievo o un amico, mi piace conoscerne i gusti, le aspettative, le preferenze e i “sogni fotografici”. Non di rado mi trovo di fronte ad un entusiasmo coinvolgente (lo stesso che caratterizza un bambino al luna park) indipendentemente dagli obiettivi che si prefigge di raggiungere. È giusto, il mondo della fotografia è questo: un misto fra magia e ricerca interiore. Quanto segue è una considerazione personale, condivisibile o meno; non ho nessuna intenzione d’aver la ragione in tasca né di dare “l’amen papale” su un argomento così complicato e controverso.

L’origine del nome – Studio Endurance

Spesso ci chiedete: “ma da dove deriva Endurance”?

Da oggi la parete del nostro studio darà risposta alla vostra curiosità. Quasi tutti sanno che “Endurance” è una parola che sta ad indicare, ad esempio, quelle attività sportive che mettono alla prova la capacità di resistere ad uno sforzo prolungato nel tempo ma in meno collegano questo nome a Shackleton, comandante della nave ENDURANCE.